Crea sito
Scampoli di vita

anima

Su un piatto d’argento

Su un piatto d’argento

Con quelle parole, quella confidenza, mi hai offerto la tua anima su un piatto d’argento, inerme e indifesa. In quel momento avrei potuto fare qualunque cosa, anche del male, ma l’hai lasciata in balia della mia libertà. Con gli occhi della fiducia ho intuito la tua vita scorrere nelle vene di quel che vedevo davanti a me.

Silenzio in sala

Silenzio in sala

Il Silenzio, proprio come – ora – tu e queste parole, nate nello stesso posto. Magica terra di nessuno racchiusa tra lo spegnimento delle luci in sala e l’inizio di un film; il tuo film, che potrai vedere solo tu. Dimensione intima dove lasciamo libero quel bellissimo falcone che conosce i nostri segreti e va a caccia di intuizioni lontane e di propositi sfuggenti, e sempre ritorna a noi con una preda.

Minatore dell’anima (storia di un perché)

Minatore dell’anima (storia di un perché)

Al principio è solo terra. Una galleria da piccola, un’intenzione timida, che non sa dire altro che “non è il caso”. Ma si scava. Si inizia ad andare a fondo, dapprima qualche minerale caruccio ma va bene per giocarci da piccoli. Solo quando inizi a non vedere più la luce del sole, perché sei dentro di te, nel momento in cui guardi in faccia davvero quel che provi, sai che ci vuole anche un po’ di coraggio.

Il segno caldo nell’anima

Il segno caldo nell’anima

Come segno e sigillo sulla ceralacca calda, persone, pensieri, sensazioni e sapori
questa giornata lascia dentro di me; un’impronta parla di qualcosa che c’è stato ed è passato lasciando un segno. Ci sono giornate che imprimono nella sostanza più malleabile del mio essere una forma fatta di emozione, ricordo, tenerezza, rispetto, meraviglia, stupore, desiderio, fantasia, speranza, gioia o velata tristezza e nostalgia.

Anima e corpo uniti per sempre

Anima e corpo uniti per sempre

Ho immaginato un dialogo tra la nostra anima e il nostro corpo, così inscindibilmente uniti da non poter sapere dove questo inizia e quella finisce. L’unità di anima e corpo di cui siamo fatti mi ha da sempre affascinato, e ritengo un miracolo quotidiano che questo pezzo di materia che è la mia casa prenda vita per opera di un principio che lo abita che non appartiene alla natura, bensì le è superiore.